Beneficiare della pensione e della pensione di vecchiaia

Prendere la pensione in Lussemburgo

Sapevate che il Lussemburgo è uno dei primi 10 Paesi al mondo in termini di pensioni di vecchiaia? Come funzionano le pensioni di anzianità in Lussemburgo, chi può beneficiarne e come?

Chi può richiedere una pensione di vecchiaia in Lussemburgo?

Contributi sociali e pilastri per le pensioni di vecchiaia in Lussemburgo

Tutti i lavoratori dipendenti e autonomi del Lussemburgo contribuiscono con l'8% del loro stipendio mensile a un fondo pensione nazionale di vecchiaia. Anche il datore di lavoro contribuisce con lo stesso importo per conto del dipendente.

I contributi del lavoratore e del datore di lavoro confluiscono nel fondo pensione del lavoratore e costituiscono il primo pilastro della pensione di vecchiaia.

Il secondo pilastro delle pensioni di anzianità è finanziato da eventuali piani pensionistici istituiti dalle aziende .Questi rappresentano un'interessanteprestazione in natura per i dipendenti, che aumenta significativamente l'importo della loro pensione.

Il terzo pilastro dei contributi per la pensione di vecchiaia è la previdenza individuale, attraverso il risparmio a capitalizzazione offerto da banche e compagnie di assicurazione.

Se si versano contributi volontari a questo terzo pilastro attraverso un piano pensionistico privato, è possibile dedurre i contributi all'assicurazione pensionistica dal reddito imponibile.

Condizioni di pensionamento e pagamenti della pensione

I lavoratori dipendenti o autonomi possono avere diritto a una pensione di anzianità in Lussemburgo, purché soddisfino una serie di condizioni:

  • hanno raggiunto l'età legale di pensionamento in Lussemburgo, cioè 65 anni
  • aver versato contributi all'assicurazione pensionistica per un periodo minimo di 120 mesi durante la vita lavorativa. Questi periodi di contribuzione, detti "fasi", possono essere obbligatori (articoli 170, 171, 172 del Codice di sicurezza sociale), continuativi (articolo 173), facoltativi (articolo 173 bis) o retroattivi (articolo 174).
  • Lavorare in Lussemburgo da almeno 12 mesi

I 10 anni di contributi possono essere stati versati in Lussemburgo, ma anche in uno qualsiasi dei Paesi dell'UE o in altri Paesi che hanno sottoscritto un accordo di sicurezza sociale con il Lussemburgo.

Gli anni di studio (fino a 9 anni) compiuti tra i 18 e i 27 anni, in Lussemburgo o all'estero, possono essere presi in considerazione per raggiungere il numero di anni necessari a far scattare la pensione. Attenzione, però, all'importo finale della pensione di vecchiaia versata, perché questi anni non sono contributivi!

Le pensioni di vecchiaia saranno versate sul vostro conto bancario.

Beneficiare di una pensione anticipata in Lussemburgo

In Lussemburgo è possibile ricevere una pensione anticipata:

  • a partire dall'età di 57 anni se l'assicurato ha versato 480 mesi di contributi assicurativi obbligatori
  • o a partire dal 60° anno di età, con 480 mesi di contributi assicurativi, di cui 120 mesi di assicurazione obbligatoria, continuativa o facoltativa o di riscatto retroattivo.

Per saperne di più sui contributi per l'assicurazione vecchiaia, consultare il Codice della sicurezza sociale del Lussemburgo.

Richiesta e calcolo della pensione nel Paese di residenza

I richiedenti di una pensione di vecchiaia devono presentare domanda all'ente pensionistico del Paese in cui risiedono. La domanda deve essere presentata alcuni mesi prima dell'età pensionabile.

Il Paese di residenza calcola quindi i diritti alla pensione in base alla propria legislazione e a quella del Paese o dei Paesi in cui l'assicurato ha versato i contributi, in conformità agli accordi europei o bilaterali. La persona assicurata riceverà le prestazioni da ciascun Paese in cui ha versato i contributi, in base alla legislazione di ciascuno di essi.

Se, all'età del pensionamento, il richiedente non soddisfa le condizioni per il versamento dei contributi all'assicurazione vecchiaia in Lussemburgo come sopra definito, può chiedere il rimborso dei contributi che avrebbe versato in Lussemburgo (meno la quota del datore di lavoro). In tal caso perderà il beneficio di un'eventuale pensione lussemburghese.

Per saperne di più sulle pensioni di vecchiaia in Lussemburgo e su come richiederle, visitate il sito web della Caisse Nationale d'Assurance Pension.

Non esiste un simulatore ufficiale di pensione lussemburghese. Tuttavia, è possibile farsi un'idea più o meno precisa grazie ai seguenti simulatori di pensione:

La richiesta di calcolo della pensione può essere presentata al CNAP a partire dall'età di 55 anni.

Alcuni dati sulle pensioni di anzianità in Lussemburgo

Le pensioni di anzianità in Lussemburgo sono relativamente alte rispetto ad altri Paesi europei.

La pensione minima percepita per 40 anni di contributi in Lussemburgo sarà di 2.219,63 euro lordi il 1° settembre 2023.
L'importo massimo è limitato . Nel 2022, la pensione massima erogabile sarà di 9.422,19 euro.

Anche le pensioni sono legate all'indice. Vengono adeguate automaticamente quando l'indice si attiva.

Chi non ha trascorso l'intera carriera in Lussemburgo riceve in media 1.280,40 euro al mese. A questo importo si aggiungono le pensioni di altri Paesi in cui hanno lavorato.

Alla luce dei cambiamenti della situazione economica e del mercato del lavoro, sembra essenziale riformare il sistema pensionistico del Lussemburgo nel prossimo futuro. Attualmente in equilibrio, si prevede che dal 2027 sarà in deficit. Si tratta di una questione fondamentale per il governo.

Lavoro a tempo parziale, lavoro autonomo e assicurazione pensionistica

In Lussemburgo, il lavoro part-time e il lavoro autonomo incidono sulla durata dei contributi necessari per il pensionamento.

Un lavoratore a tempo parziale deve lavorare almeno 64 ore al mese affinché il mese di lavoro venga conteggiato ai fini contributivi.

I lavoratori autonomi devono lavorare almeno 10 giorni di calendario al mese perché il mese sia preso in considerazione per il calcolo della pensione.

Per andare in pensione non prima di 60 anni, il lavoratore può riscattare i periodi di assicurazione nei seguenti casi: 

  • il dipendente ha smesso di lavorare per occuparsi della propria famiglia
  • il lavoratore ha versato i contributi in un Paese che non ha una convenzione di sicurezza sociale con il Lussemburgo.

Pensioni integrative in Lussemburgo

Per prepararvi al meglio alla pensione, potete anche contribuire a una pensione integrativa presso una compagnia di assicurazioni . Stipulando questo tipo di polizza, riceverete una prestazione pensionistica aggiuntiva al momento del pensionamento. È necessario aver contribuito per almeno 10 anni. Questa rendita vi sarà versata non prima dei 60 anni e non oltre i 75 anni.

Contribuendo a una pensione integrativa, si beneficia di deduzioni fiscali sul reddito imponibile fino a 3.200 euro all'anno.

I dipendenti che hanno versato i contributi obbligatori per l'assicurazione pensionistica per 12 mesi nei 3 anni precedenti la disaffiliazione possono anche optare per il mantenimento dell'assicurazione fino a quando non trovano un altro lavoro. La richiesta deve essere presentata al CCSS - Centre Commun de la Sécurité Sociale entro 6 mesi dalla fine dei contributi obbligatori.

Un aggiornamento sul mercato del lavoro lussemburghese.

Partner di bronzo

INFPC e portale lifelong-learning.lu

Vedi

I nostri eventi Occupazione - formazione professionale


I nostri ultimi articoli Occupazione - formazione professionale


Candidarsi per un lavoro estivo Lussemburgo

Hai un'età compresa tra i 15 e i 27 anni e studi in Lussemburgo o all'estero? In Lussemburgo, puoi fare domanda...

I maggiori datori di lavoro in Lussemburgo

Panoramica dell'occupazione in Lussemburgo Nel quarto trimestre del 2023 il Lussemburgo ha dato lavoro a più di 517.972 persone, sia residenti che frontalieri...

Candidarsi per un lavoro estivo in Lussemburgo

L'estate è già iniziata in Lussemburgo, per la gioia di tutti. Le vacanze scolastiche si avvicinano rapidamente...

Si fidano di noi

AXA assicurazioni Lussemburgo
Raiffeisen Lussemburgo
Re bambino