Esch-sur-Alzette, una ricchezza di attrazioni

Esch Belval Lussemburgo

Esch-sur-Alzette è la seconda città più grande dopo la capitale Lussemburgo. Si trova nel sud del Lussemburgo, molto vicino al confine francese. Oggi ha un vero e proprio dinamismo e molte attrazioni.

Popolazione di Esch-sur-Alzette

Numero di abitanti al 1° gennaio 202336.625
Numero di nazionalità diverse107
Stranieri in % della popolazione totale57%
Fonte Statec

Esch-sur-Alzette è uno dei comuni con gli stipendi mediani più bassi del Lussemburgo. Il salario mediano è di soli 3.306 euro, rispetto al salario mediano di 6.659 euro di Niederanven, il comune con il reddito da lavoro più alto del Lussemburgo.

Esch-sur-Alzette, una città con un passato legato all'industria siderurgica

Esch-sur-Alzette si trova nel sud del Granducato di Lussemburgo, al centro della regione delle Terres Rouges, di cui è capoluogo. Metropoli del ferro, è il simbolo del passato siderurgico del Lussemburgo.

Questa storia industriale ha lasciato gli altiforni e una popolazione prevalentemente straniera. In seguito alla crisi dell'acciaio che ha colpito anche la regione francese della Lorena, l'ultimo altoforno di Esch-Belval ha chiuso nel 1997. Il laminatoio di Schifflange è stato chiuso nel 2012.

Tuttavia, Esch-sur-Alzette è riuscita a convertire magistralmente alcuni di questi siti storici. Il quartiere di Esch-Belval integra oggi magnificamente gli ex altiforni nel cuore di un quartiere molto moderno, vivace e frequentato. Vi si trovano numerose aziende, il grande centro commerciale Belval-Plaza, il Rockhal, importante sede di concerti e spettacoli musicali, e il campus principale dell'Università del Lussemburgo.

Vivere a Esch-sur-Alzette, una città con molte attrazioni

La città di Esch-sur-Alzette dispone di tutte le strutture scolastiche ed extrascolastiche per facilitare la vita dei suoi abitanti. Sebbene abbia sofferto a lungo di una cattiva reputazione, la città di Esch-sur-Alzette sta ora riguadagnando attenzione. 

Va detto che la riqualificazione delle aree dismesse sta contribuendo a ripristinare l'interesse per Esch dopo anni di crisi dell'industria siderurgica.

Negozi e shopping a esch-sur-Alzette

La Rue de l'Alzette e l'ampia zona pedonale sono una delizia per gli amanti dello shopping, con i suoi numerosi negozi, ristoranti, bar e mercati .

Vita culturale a Esch-sur-Alzette

Esch ha anche una grande vita culturale, con il teatro cittadino, il grande cinema Kinepolis di Belval, la biblioteca, il conservatorio di musica, per non parlare del Rockhal, la magnifica sala concerti del Lussemburgo.

Il Parc du Galgebierg ospita ogni estate il festival musicale Francofolies. Si tratta di un evento da non perdere, con 3 giorni di musica in un ambiente molto piacevole.

La città è stata anche designata "Capitale europea della cultura" per il 2022. Per aumentare la sua visibilità come Capitale europea della cultura, Esch 2022 ha presentato un programma "Remix culture" per creare sinergie intorno a un progetto comune di sviluppo sostenibile e forte coinvolgimento del pubblico.

Sono stati organizzati numerosi eventi intorno a diversi temi: musica, arte di strada, danza, design, architettura, natura, ecc.

Asili e scuole a Esch-sur-Alzette

Esch-sur-Alzette offre una gamma completa di scuole, tra cui diverse scuole primarie statali. Ci sono anche scuole secondarie lussemburghesi e internazionali per i ragazzi più grandi.

Numerosi asili nido e maison-relais private offrono ai genitori un facile accesso all'assistenza all'infanzia. Si noti che i posti di assistenza all'infanzia sono molto richiesti nel sud del Lussemburgo, quindi è bene pianificare per tempo la richiesta di un posto in un asilo nido o in una maison-relais.

Attività sportive a Esch-sur-Alzette

Per i più sportivi, la città dispone di numerosi impianti sportivi, tra cuiuno skate park, la squadra di calcio Jeunesse d'Esch (più volte campione del Lussemburgo), il centro sportivo polivalente con le sue numerose strutture, la piscina Bains Municipaux, un poligono di tiro, ecc.

La città dispone anche di un vero e proprio polmone verde, il parco Galgebierg , dove i residenti possono fare il pieno di energia in estate. In inverno, c'è un'enorme pista di pattinaggio naturale.

Trasporto pubblico a Esch-sur-Alzette

Per quanto riguarda i trasporti, la città è ben servita dall'autostrada e dai mezzi pubblici, sia autobus che treni. Un progetto di tram ultraveloce collegherà Lussemburgo ed Esch-sur-Alzette in 26 minuti entro il 2028. Sarà gemellata con un'autostrada per biciclette, per sviluppare la mobilità dolce.

Ospedali a Esch-sur-Alzette

La città di Esch-sur-Alzette è molto ben attrezzata in termini di strutture ospedaliere. Tra queste, il Centre Hospitalier Emile Mayrisch, attualmente in fase di ristrutturazione, e il Centre François Baclesse per il trattamento del cancro.

Prezzi degli immobili a Esch-sur-Alzette

Oltre ai prezzi più bassi rispetto alla capitale e ai dintorni, i residenti di Esch-sur-Alzette apprezzano i servizi di Esch, le sue numerose attività e l'atmosfera molto particolare di questa città del sud del Lussemburgo.

Per quanto riguarda i prezzi degli immobili, Esch-sur-Alzette rimane un comune molto conveniente. Confronto con i prezzi degli immobili in Lussemburgo

Prezzo per m2 in venditaPrezzo di affitto per m2
7.248 euro23,54 euro
In calo del 2,42% su un annoIn aumento del 10,36% a un anno
Confronto centro regione: 11.286 euro/m2 Confronto con il centro: 29,34 euro/m2
Fonte Immotop - Ottobre 2023

Per saperne di più su altri comuni del Lussemburgo

LussemburgoNiederanven
BertrangeSandweiler
Esch-sur-AlzetteStrassen
HespérangeWalferdange

Visitare Esch-sur-Alzette

Scoprite il passato siderurgico del Lussemburgo

Il Lussemburgo ha un ricco passato industriale. Le sue miniere di ferro, ora chiuse, sono state sfruttate per quasi 100 anni nel sud del Paese. Il minerale di ferro ha contribuito alla prosperità del Granducato, grazie all'industria mineraria della regione delle Terres Rouges.

Storia industriale del Lussemburgo meridionale

Fond-de-Gras, vicino a Differdange, è un sito caratterizzato da numerose miniere di ferro sfruttate a partire dal 1870. Il minerale di ferro estratto veniva poi trasportato alle acciaierie in Lussemburgo e all'estero. Qui l'ultima miniera di ferro del Lussemburgo ha chiuso i battenti nel 1964.

La prima fucina fu installata a Dommeldange nel 1609, non a Esch-sur-Alzette.

Oggi è possibile rivivere un po' di questa storia visitando il Minett Park. Divertendosi, si può comprendere meglio la vita quotidiana dei minatori che ogni giorno scendevano nelle gallerie sotterranee. Raccogliendo il minerale di ferro (Minett in lussemburghese), riuscivano a sfamare le loro famiglie, a volte rischiando la vita.

Visita alle miniere di ferro di Minett Park in treno a vapore

Oggi, nel Minett Park Fond-de-Gras circolano ancora 2 treni minerari, grazie all'impegno dei volontari. Vero e proprio museo a grandezza naturale, il Minett Park presenta la storia dell'estrazione del ferro in Lussemburgo a partire dalla fine del XIX secolo .

Il treno a vapore del 1900 vi porterà lungo la vecchia linea ferroviaria di Minières che trasportava il minerale di ferro tra Pétange e Fond-de-Gras (andata e ritorno).
La collezione dell'associazione "Train 1900" comprende una dozzina di treni a vapore e diesel accuratamente restaurati.

Per continuare il vostro viaggio nel tempo e conoscere meglio la realtà mineraria, prendete il treno minerario "Minièresbunn" lungo la stretta linea ferroviaria tra la vecchia miniera di Fond-de-Gras e il villaggio operaio di Lasauvage . Quest'ultimo è anche un'esposizione e un'attrazione turistica. Non dimenticate di portare un maglione!

È inoltre possibile visitare gli edifici che testimoniano l'attività industriale di un tempo: gli alloggi dei minatori, la pittoresca drogheria Victor Binck, aperta fino al 1980, la centrale elettrica nella sala Paul Wurth, il treno del laminatoio, lo storico caffè-ristorante "Bei der Giedel", la "stanza delle impiccagioni",....

Questi siti storici e i treni sono aperti ai turisti ogni domenica e giorno festivo dal 1° maggio al 30 settembre.

Al Minett Park Fond-de-Gras si organizzano molti eventi, per cui non dimenticate di consultare il loro sito web per saperne di più prima della fine della stagione!

È anche possibile visitare semplicemente il sito del parco naturale e seguire i vari sentieri segnalati sull'ex sito minerario a cielo aperto di Giele Botter.

Ogni anno, l'apertura ufficiale della stagione mi ricorda una tradizione simile nel mio Paese, la Polonia. In occasione della Festa del Lavoro, celebrata il 1° maggio, le regioni industriali della Polonia presentano con orgoglio i loro treni a vapore, offrendo i primi viaggi dopo un lungo inverno. È un ricordo molto nostalgico!

Joanna Gizewska, Polonia

Museo nazionale delle miniere di ferro a Rumelange

Al Musée National des Mines de Fer Luxembourgeoises di Rumelange è possibile scoprire il passato minerario del Lussemburgo, dalla fine del XIX secolo agli anni Novanta.

Rivivete le dure condizioni di lavoro dei minatori e gli sviluppi tecnici coinvolti nell'estrazione del minerale, prima dalle miniere sotterranee e poi da quelle a cielo aperto. Una volta estratto, il minerale veniva portato negli altiforni per essere trasformato in ghisa o acciaio.

Da non perdere la visita alla storica miniera di ferro di Langengrund. Vi si accede con un trenino. Si possono poi percorrere le gallerie sotterranee e i siti di estrazione del ferro. La visita dura 1 ora. È obbligatorio indossare un casco in testa. Le temperature sono comprese tra i 10 e i 12°C, quindi non dimenticate la giacca di lana! Ex minatori accompagnano la visita guidata. Nelle sale espositive sono esposti vari oggetti del passato, tra cui utensili, macchinari, ecc.

Informatevi sugli orari di apertura, poiché il museo ha orari diversi a seconda della stagione.

Nel museo si possono anche festeggiare i compleanni. Per i bambini dai 6 ai 14 anni vengono organizzate visite interattive. I bambini possono conoscere il duro lavoro dei minatori spingendo carri, scavando o rompendo blocchi di minerale!

Belval e i suoi altiforni, testimoni della storia industriale

Se volete scoprire il passato industriale del Lussemburgo, non dimenticate di visitare Belval, vicino a Esch-sur-Alzette.

Il sito di Belval è una splendida vetrina dell'ex sito industriale e dei suoi altiforni. Gli altiforni A e B, in funzione fino al 1997, testimoniano lo sfruttamento del minerale di ferro da parte del gruppo siderurgico Arbed a partire dal 1911. Il minerale è stato trasformato in ghisa e poi in acciaio grazie alle successive fusioni con i gruppi Arcelia e Usinor nel 2002, e poi con Mittal Steel nel 2006 per formare Arcelor Mittal.

Oggi, una parte del sito è stata riconvertita per preservare questa testimonianza del passato, grazie a una magnifica ristrutturazione e a una riuscita integrazione in un nuovo paesaggio urbano. Il sito di Belval ospita oggi nuove attività, tra cui l'Università e la Cité des Sciences, de la Recherche et de l'Innovation. L'ex sito industriale è diventato una città moderna e attiva.

Si possono visitare la Cité des Sciences e gli altiforni, in particolare la piattaforma Gueulard, che domina l'intera area del Belval e i suoi nuovi quartieri.

Arcelor Mittal, che opera ancora in un'altra parte dell'area di Belval, è uno dei maggiori datori di lavoro del Lussemburgo.

Volete scoprire altri luoghi tipici del Lussemburgo? Allora cliccate qui.

I nostri eventi Generale


I nostri ultimi articoli Generale


Cosa devo sapere prima di trasferirmi in Lussemburgo?

State pensando di trasferirvi in Lussemburgo come espatriati? Qui trovate tutti i nostri consigli per aiutarvi a prendere la decisione giusta...

Lussemburgo, opinione degli espatriati

In un momento in cui alcuni si chiedono se sia il caso di trasferirsi in Lussemburgo, Expat Insider dà un'altra occhiata al...

Vacanze scolastiche in Lussemburgo

Con l'avvicinarsi delle vacanze estive, non perdete di vista le date delle prossime vacanze in Lussemburgo. Sulla strada...

Si fidano di noi

AXA assicurazioni Lussemburgo
Raiffeisen Lussemburgo
Re bambino