Mobilità dolce, biciclette e trasporti non inquinanti

Mobilità dolce, ecomobilità, mobilità sostenibile,… Dietro questi termini si celano modalità di trasporto meno inquinanti per il pianeta e più eco-responsabili. Veicoli ibridi o elettrici, uso di biciclette o altri mezzi di trasporto non inquinanti: qual è la situazione in Lussemburgo su questo tema?

Con una popolazione in costante crescita, i trasporti in Lussemburgo sono al centro delle considerazioni politiche e di pianificazione regionale. Con l’aumento del traffico, a volte problematico nelle ore di punta, è ormai indispensabile viaggiare in modo più ecologico e meno convenzionale…

Allora perché non provare la mobilità sostenibile, soprattutto quando le misure messe in atto sono basate su incentivi?

Incentivi governativi per l’acquisto di un veicolo elettrico o ibrido

Nell’ambito della mobilità sostenibile, il governo offre incentivi da 500 a 5.000 euro per l’acquisto di un veicolo elettrico o ibrido. Il premio può arrivare anche a 8.000 euro in determinate condizioni.

I premi per l’acquisto di un veicolo elettrico possono essere concessi anche ai cittadini con un contratto di noleggio o di leasing.

Bonus “clever fueren” per l’acquisto di veicoli elettrici

Istituito dal governo lussemburghese per promuovere una mobilità più eco-responsabile, questo aiuto viene pagato per i nuovi veicoli elettrici. Il suo rinnovo dimostra la volontà del governo di continuare a promuovere una mobilità sempre più soft, in un momento in cui i prezzi del carburante stanno esplodendo in Lussemburgo e altrove.

43 milioni di euro sono già stati versati nell’ambito del bonus “Clever fueren”. Il 60% ha beneficiato degli acquirenti di auto elettriche. È infatti possibile acquistare anche una nuova bicicletta!

Si noti che il beneficiario del premio può essere una persona fisica o giuridica, purché si tratti di unveicolo immatricolato in Lussemburgo.

L’aiuto riguarda anche i titolari di un veicolo con contratto di noleggio o leasing. L’unica condizione è che la società finanziaria proprietaria del veicolo rinunci a questo premio.

Bonus elettrico fino a 8.000 euro

Pagato sotto forma di premio, questo sussidio permette di acquistare un nuovo veicolo elettrico ad un costo inferiore. Potete beneficiare fino a 8.000 euro se acquistate :

  • un’auto o un furgone 100% elettrico, che non superi i 18kwh per 100 km,
  • un’auto elettrica, non superiore a 20 kWh per 100 km, con una potenza di propulsione massima non superiore a 150 kilowatt,
  • un’auto elettrica pura per grandi famiglie, con 7-9 posti
  • un furgone elettrico puro
  • o un’auto a celle combustibili a idrogeno.

Il veicolo deve essere messo in strada prima della fine del 2024 e l’acquirente deve impegnarsi a tenere il veicolo elettrico per un minimo di 12 mesi.

Un premio fino a 1.000 euro (50% del prezzo di acquisto, IVA esclusa) viene corrisposto per l’acquisto di moto100% elettriche, scooter e altri quadricicli.

Anchel’acquisto di unabicicletta o di una bicicletta elettrica può dar luogo a un bonus fino a 600 euro.

Per saperne di più, visitate Guichet.lu per acquistare unabicicletta o unveicolo .

Allora, sei pronto ad agire per il pianeta? Questo è il momento di guida elettrico!

In bicicletta, pensando al pianeta quando si viaggia

Biciclette self-service o bike sharing

Le principali città del Lussemburgo sono dotate di biciclette self-service basate sul principio del “bike-sharing”. Gli utenti possono prendere in prestito le biciclette per effettuare spostamenti urbani in piena libertà. A pagamento, l’utente prende in prestito la bicicletta da una stazione designata. Può poi riconsegnarlo in un’altra stazione a suo piacimento.

Biciclette elettriche con Vél’oh nella città di Lussemburgo

A Città del Lussemburgo, è la società
Vél’oh
che offre biciclette self-service 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana. Gli utenti possono così di muoversi con facilità e flessibilità nella capitale lussemburghese. Le stazioni Vél’oh sono dislocate in tutta la città, nei pressi della aree commerciali, luoghi d’uso e aree di trasporto pubblico. Oggi, più di 1.000 biciclette sono a disposizione degli utenti in 116 stazioni situate nella città di Lussemburgo e nei comuni circostanti.

Il sistema di bike sharing Vel’oh funziona solo con abbonamenti. Per un breve periodo di una settimana, gli abbonamenti possono essere sottoscritti direttamente al terminale Vel’oh. Per gli abbonamenti a lungo termine, è necessario registrarsi preventivamente online sul sito web di Vel Oh. Verranno effettuati un deposito e un addebito diretto sul vostro conto bancario.

La prima mezz’ora di ogni viaggio è gratuita; una volta trascorsi i 30 minuti, il servizio diventa a pagamento (1€/ora e 5€ al massimo al giorno).

Le stazioni Véloh sono ora dotate di biciclette elettriche. La città di Lussemburgo è quindi la prima città europea a dotarsi di biciclette elettriche. Questo è molto apprezzato sulle salite dalla Pfaffenthal o dal Grund

Nel 2021 sono stati effettuati più di 800.000 noleggi Vel’Oh, con un aumento del 400% dall’introduzione del servizio nel 2018. Nel febbraio 2022, più di 20.600 abbonati di lungo periodo utilizzavano Vel’oh per i loro spostamenti quotidiani.

Noleggio biciclette presso “Vélo en ville

Se si vuole per avere biciclette self-service di vario tipo e per tutte le età, recatevi al Grund a In bicicletta in città. I gruppi di almeno 4 persone, i bambini e i giovani sotto i 26 anni ricevono uno sconto del 20% sul prezzo di noleggio delle biciclette. Evlos può essere noleggiato a giornata, nel weekend o a settimana.

Sempre più città lussemburghesi sono dotate di servizi di biciclette a richiesta. Tutte le informazioni sono disponibili sul portale stransports .

Mbox, spazi sicuri per il parcheggio delle biciclette

Sono disponibili più di trenta spazi sicuri per proteggere la vostra bicicletta da atti di vandalismo. Queste“Mbox” si trovano in particolare vicino alle seguenti stazioni: Bettembourg, Colmar-Berg, Dudelange, Ettelbruck, Parking Däich, Kleinbettingen, Lorentzweiler, Luxembourg Gare centrale (Nord e Sud), Mersch, Noertzange, Roodt-sur-Syre, Schifflange e Wasserbillig.

Questi parcheggi per biciclette sono accessibili con la tessera di trasporto mKaart. Sotto forma di carta di credito, la mKaart consente di caricare elettronicamente i biglietti validi per l’intera rete di trasporto pubblico lussemburghese.

L’mKaart fornisce anche l’accesso a punti di scarico pubblici per le auto elettriche.

Piste ciclabili e biciclette prioritarie su alcune strade

Oggi sono disponibili 660 chilometri di piste ciclabili sul territorio nazionale del Lussemburgo . Consultare il geoportale. per trovare le piste ciclabili per una visita bucolica del Lussemburgo.

I comuni sono ora impegnati a migliorare costantemente le piste ciclabili nelle loro aree urbane.

Alcune strade della capitale hanno ora la priorità per le biciclette. Identificate formalmente da segnaletica orizzontale e verticale, queste strade danno la precedenza ai ciclisti. Possono percorrere l’intera larghezza del binario. Gli automobilisti devono aspettare e non possono sorpassare le moto.
Queste zone ciclabili si trovano nei quartieri di Bonnevoie, Gare, Belair, Pfaffenthal e Pülvermühl. Si spera che questi percorsi prioritari per le biciclette vengano sviluppati nel prossimo futuro per promuovere e facilitare l’uso della bicicletta nelle aree urbane.

Sistanno gradualmente introducendo strutture speciali per promuovere la sicurezza delle biciclette: marciapiedi continui o incrociati agli incroci per una maggiore comodità, semafori speciali per le biciclette, strade ciclabili limitate a 30 km/h e in cui i ciclisti non possono essere sorpassati. Queste strade saranno identificate da un’ampia fascia colorata.

Regole di comportamento dei ciclisti: le conoscete?

  • È vietato l’uso di cuffie (MP3, telefono cellulare, ecc.). Lo sapete? Indossare il casco riduce il rischio di lesioni alla testa del 75% e il rischio di danni cerebrali dell’85%.
  • I bambini fino a 12 anni possono andare in bicicletta sul marciapiede. Possono essere accompagnati anche da un adulto.
  • Verificate che la vostra bicicletta sia equipaggiata secondo i requisiti di legge. La bicicletta deve essere dotata di campanello, 2 freni, anteriore e posteriore, una luce gialla o bianca all’anteriore, un catarifrangente rosso e una luce rossa al posteriore, catarifrangenti sulle ruote (2 per ruota) e sui pedali. Il trasgressore rischia una multa da 49 a 74 euro.
  • Tra il tramonto e l’alba, e durante il giorno in caso di scarsa visibilità, è obbligatorio illuminare la bicicletta.
  • Il cartello con il simbolo della bicicletta accompagnato da “Except Frei” indica la possibilità di utilizzare strade a senso unico o la corsia degli autobus.
  • I caschi devono essere indossati dai bambini di età inferiore ai 12 anni. Un piccolo consiglio: ricordate di indossare il casco anche per i bambini sopra i 12 anni, e soprattutto di allacciarlo correttamente! Gli autobus e le auto in Lussemburgo vanno molto veloci!

Inoltre, le auto devono mantenere una distanza minima di 1,5 metri quando sorpassano una bicicletta. Conoscete le regole di guida delle automobili?

Per maggiori informazioni sulle auto self-service, fare clic qui

Altri modi di viaggiare eco-responsabili

Trasporto pubblico

Dal 2007, tutti i treni passeggeri CFL sono alimentati da energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili. Funzionano a zero emissioni di CO2.

E il tram? Si tratta di un altro modo di viaggiare sostenibile che si sta sviluppando sempre più in Lussemburgo.

La città di Lussemburgo sta investendo molto negli autobus elettrici. L’obiettivo è quello di raggiungere rapidamente il 30% della flotta di autobus in modalità elettrica.

Veicoli elettrici e car-sharing

Il Lussemburgo sta investendo per rendere il trasporto personale più ecologico.

Esiste una rete di quasi 80 punti di ricarica per veicoli elettrici e ibridi plug-in in tutto il Paese. Ogni comune del Lussemburgo è ora dotato di stazioni di ricarica pubbliche Chargy per sviluppare la mobilità elettrica. I parcheggi, compreso il P+R, sono inoltre dotati di punti di ricarica elettrica per i veicoli.

Questi chioschi sono accessibili con la carta mKaart, rilasciata da Verkéiersverbond.

Oltre agli incentivi elettrici di cui sopra, è possibile viaggiare in modo eco-responsabile con il programma car sharing e car pooling. Clicca qui per saperne di più.