Mercato del lavoro e popolazione attiva

La popolazione attiva in Lussemburgo nel 2020

Il mercato del lavoro lussemburghese è un mercato molto attivo. Gli ultimi dati relativi al tasso di disoccupazione a fine novembre 2020, pari al 6,3%, ovvero 18.159 disoccupati (dati ADEM), riflettono principalmente la crisi legata alla Covid19.

Il reclusione obbligatoria legata al Covid-19 e l’interruzione, tra l’altro, dei cantieri per 3 mesi ha comportato un notevole aumento della disoccupazione del 33,6% su un anno. È in particolare la disoccupazione parziale, la diminuzione delle uscite dal lavoro, nonché il numero dichiarato di posti vacanti che hanno portato a questo aumento della disoccupazione.

Tuttavia, il Lussemburgo ha un tasso di disoccupazione complessivo inferiore alla media europea . Il mercato del lavoro lussemburghese riflette l’ambiente internazionale e dinamico che caratterizza il paese.

Una forza lavoro internazionale

Dipendenti residenti in Lussemburgo sono per lo più nazionalità straniera (120.845) Di cui l’85% dall’Unione Europea. Il il plurilinguismo è una realtà nel mondo professionale lussemburghese . È soprattutto una risorsa per il dinamismo della sua economia. L’inglese appare sempre più come una delle lingue principali negli scambi professionali.

È anche molto facile ” impara nuove lingue o migliora le tue abilità.

L’importanza dei lavoratori transfrontalieri in Lussemburgo

Le opportunità di lavoro e le prospettive di carriera offerte dal Lussemburgo attraggono a gran numero di lavoratori transfrontalieri. Il numero è anche aumentato costantemente negli ultimi decenni. Così la capitale del Lussemburgo , centro dell’attività economica, vede la sua popolazione raddoppiare nei giorni lavorativi. Nel 4 ° trimestre del 2019, il paese impiegava 442.772 persone, di cui 203.522 lavoratori transfrontalieri.

Alcuni studi condotti prima del Covid riportano una popolazione di 600.000 lavoratori frontalieri entro il 2060.

Di tutte le persone che lavorano in Lussemburgo, più del 45% sono lavoratori frontalieri. Più di 200.000 lavoratori transfrontalieri attraversano ogni giorno i confini francese, belga e tedesco per venire a lavorare in Lussemburgo e partire la sera per Francia (106.197 dipendenti), Belgio (47.422 dipendenti) e Germania (47.361 dipendenti). La soglia dei 200.000 lavoratori transfrontalieri è stata superata per la prima volta nell’aprile 2019. Questo porta anche a problemi di traffico sugli assi autostradali nelle ore di punta.

Sono in corso trattative tra i governi per trovare accordi sul telelavoro, ampiamente utilizzato nel contesto della crisi Covid19.

Il crisi del coronavirus ha evidenziato la dipendenza del Lussemburgo dai lavoratori transfrontalieri, tra gli altri nel settore ospedaliero, del grande distribuzione e altri settori prioritari, fortemente coinvolti durante il periodo di reclusione.

Vedi i risultati dello studio sulla compensazione di Hays Management.

Lussemburgo, paese dei servizi ed economia terziaria

Il Lussemburgo ha visto lo sviluppo di una potente industria siderurgica nella metà del 20 ° secolo. Molti siti industriali nel bacino minerario nel sud del Lussemburgo testimoniare il passato che ha dato a questo Paese la sua crescita e ricchezza. Successivamente, con lo shock petrolifero del 1973 e la crisi che seguì, il L’economia lussemburghese si è rivolta ai servizi e allo sviluppo del settore terziario.

Il Lussemburgo è diventato un centro finanziario internazionale ed è il principale centro europeo per i fondi di investimento ed è sede di un settore bancario privato, della gestione patrimoniale e assicurativo / riassicurativo competitivo ed efficiente.

Il Governo lussemburghese da alcuni anni punta alla diversificazione economica e incoraggia lo sviluppo di settori quali la comunicazione e le tecnologie dell’informazione, la logistica, il commercio elettronico e le biotecnologie, promuovendo la ricerca e lo sviluppo.

Sono anche i settori dei servizi, dell’informazione e della comunicazione che hanno registrato i maggiori incrementi di assunzioni. (+ 32% posti di lavoro nel secondo trimestre 2017 e nel secondo trimestre 2018), in particolare nelle attività di contabilità, lavoro interinale e professioni di programmazione informatica.

A fine giugno 2020 i rami economici con più dipendenti sono in ordine:

  • commercio /
    trasporto / alloggio / ristorazione (22,6%),
  • amministrazioni e servizi pubblici (21,3%),
  • attività specialistiche e servizi di supporto (15,8%),
  • attività finanziarie e assicurative (11,5%),
  • edilizia (10,8%), industria (8,4%),
  • informazione e comunicazione (4,5%),
  • altre attività (4,9% della popolazione attiva)

Capire i livelli salariali in Lussemburgo e vedi remunerazione per settore di attività

Inoltre, il Il Lussemburgo gode di una significativa stabilità sociale e politica favorevole allo sviluppo, riconosciuto dal conferma periodica del rating AAA da parte delle principali agenzie di rating.

Popolazione attiva di società private e istituzioni europee in Lussemburgo

Datori di lavoro privati lussemburghesi

Sempre più aziende internazionali stanno arrivando a stabilirsi in Lussemburgo, nei quartieri degli affari come Kirchberg o il Cloche d’Or in pieno sviluppo . È il caso, tra l’altro, dei grandi datori di lavoro lussemburghesi che attirano molti dirigenti senior attratti dalla qualità della vita in Lussemburgo.

La struttura aziendale è la seguente dal 1 gennaio 2019:

  • imprese individuali: 39,0%
  • 1-4 dipendenti: 37,2%
  • 5-9 dipendenti: 10,5%
  • >= 10 dipendenti: 13,2%

Funzionari europei del Lussemburgo

Il molte istituzioni europee presenti principalmente a Lussemburgo-Kirchberg può anche in parte spiegare questo flusso costante di popolazione attiva secondo i movimenti dei funzionari europei.

La Corte di giustizia, il Tribunale di primo grado, la Corte dei conti, la Banca europea per gli investimenti, il Segretariato del Parlamento europeo e diversi servizi della Commissione sono presenti e situati principalmente nel distretto di Kirchberg. Troviamo anche in questo quartiere il Scuola europea IO.

Più di 10.000 dipendenti pubblici europei internazionali sono quindi stabiliti in Lussemburgo e costituiscono più del 5% della popolazione attiva residente.

Settore pubblico lussemburghese

Lo Stato lussemburghese sta aprendo sempre più posizioni di funzionario pubblico a candidati di nazionalità diversa dal Lussemburgo.

Ad oggi, oltre alle condizioni di studio e formazione professionale richieste per ciascuna posizione, i candidati devono essere cittadini di uno Stato membro dell’Unione Europea, godere dei propri diritti civili e politici e conoscere le 3 lingue amministrative, vale a dire lussemburghese, francese e tedesco.

Vedi i maggiori datori di lavoro del paese

Scopri di più sul mondo del lavoro in Lussemburgo