La popolazione in Lussemburgo

La popolazione del Lussemburgo è caratterizzata da un lato da una forte crescita demografica, dovuta principalmente a un saldo migratorio positivo in entrata, e dall’altro da un’alta percentuale di stranieri tra i residenti del Lussemburgo.

Popolazione del Lussemburgo al 1° gennaio 2022

Il numero di abitanti in Lussemburgo era di 314.900 nel 1961, con una proporzione del 13,2% di stranieri. Il paese ha raggiunto una popolazione di 645.397 abitanti il 31 dicembre 2021, un aumento dell’1,7% in un anno. 25.335 nuovi residenti sono arrivati nel paese nel 2021, rispetto a 15.959 partenze.
La
percentuale di stranieri era del 47,12% alla fine di dicembre 2021, ed erano complessivamente più giovani dei lussemburghesi. Gli uomini rappresentano il 50,3% della popolazione. La loro età media è di 39,0 anni, e 40,4 anni per le donne.
Gli studi dello STATEC, l’istituto nazionale di statistica e studi economici del Granducato del Lussemburgo, ha previsto nei suoi studi pubblicati alla fine del 2017,una popolazione di oltre 1 milione di persone nel 2060!

Una piccola popolazione con una buona qualità di vita

Il Lussemburgo è uno dei paesi europei più piccoli e meno popolati. È caratterizzato da un alto tenore di vita e da un’aspettativa di vita in costante aumento . L’aspettativa di vita è di 80,3 anni per gli uomini e 84,8 anni per le donne.

La politica sociale e familiare è apprezzata e il mercato del lavoro è dinamico . Le prospettive di reddito sono buone.

Standard di vita dei residenti in Lussemburgo

Il tenore di vita in Lussemburgo è relativamente alto rispetto ad altri paesi europei, e più in particolare ai paesi vicini. Con alti salari e importanti benefici sociali, il Granducato continua ad attrarre persone in cerca di un lavoro e di una buona qualità di vita. D’altra parte, i prezzi degli immobili sono alti, raggiungendo livelli di prezzo paragonabili a Londra e Parigi in alcune zone.

Vedi il costo della vita in Lussemburgo

Lussemburgo, terra d’immigrazione

Molto popolare tra gli espatriati che vengono qui per trovare opportunità di carriera e una qualità di vita eccellente, il Granducato del Lussemburgo è uno dei paesi più sicuri del mondo. Oggi, l’80% della crescita della popolazione è dovuta all’immigrazione. Si tratta soprattutto di immigrazione giovane. Guarda dove si stabiliscono gli immigrati quando arrivano in Lussemburgo.

Da molto tempo ormai, il Lussemburgo è una terra di accoglienza per molti immigrati che vengono qui per trovare lavoro, tra le altre cose. Sono stati gli italiani che sono arrivati dopo la seconda guerra mondiale fino alla metà degli anni ’60. Sono seguiti dai portoghesi che arrivano in Lussemburgo in diverse ondate, corrispondenti alle crisi del Portogallo: fine degli anni sessanta, 1975-1982, 2003-2009.

Dal 2014, l’immigrazione francese ha preso il sopravvento. Nel 2019, rappresentano quasi il 15% dei migranti.

Nel 2021, i portoghesi sono di nuovo la prima comunità a stabilirsi in Lussemburgo con 3.885 nuovi arrivi. I francesi sono arrivati con 3.590 immigrati, seguiti dagli italiani con 1.909 nuovi residenti in Lussemburgo. Gli spagnoli e gli indiani sono anche i più numerosi ad arrivare. Rappresentano rispettivamente l’8,3% e il 7,7% del saldo migratorio. Le altre nazionalità più rappresentate tra i nuovi residenti sono i rumeni, i brasiliani, i siriani, i tedeschi e i greci.

Se gli ucraini erano 1.075 il 1° gennaio 2022, la guerra condotta dalla Russia sul territorio ucraino dovrebbe portare a un forte aumento del numero di cittadini ucraini in Lussemburgo.

D’altra parte, c’è stata una migrazione netta negativa di 1.486 lussemburghesi.

Guarda cosa piace e non piace agli espatriati di Lussemburgo

Una società lussemburghese multiculturale

Una delle principali caratteristiche della popolazione lussemburghese è l’alta percentuale di stranieri. In Lussemburgo coesistono più di 175 nazionalità diverse, l’86,5% delle quali europee.

Le comunità più rappresentate sul territorio del Lussemburgo sono

  • la comunità portoghese con 93.678 rappresentanti, che rappresenta la più grande comunità straniera in Lussemburgo, cioè il 15,55% della popolazione lussemburghese,
  • la comunità francese con 49.173 cittadini, cioè la 2a comunità straniera più grande e più del 7,6% della popolazione del Granducato,
  • la comunità italiana con 24.116 persone e il 3,74% della popolazione,
  • la comunità belga con oltre 19.414 residenti,
  • la comunità tedesca con 12.796 persone
  • la comunità spagnola (8.388 residenti)
  • la comunità rumena (6.405 residenti)
  • la comunità polacca (5.020 residenti)
  • la comunità cinese con 4.142 residenti, che costituisce la top ten
  • la comunità britannica (4.104 abitanti contro 5.766 nel 2020, cioè una diminuzione del 28%)
  • la comunità olandese (4.069 abitanti)
  • la comunità greca con 4.017 abitanti.

Le comunità baltiche e scandinave rappresentano oltre 6.800 persone in Lussemburgo.

Le comunità asiatiche rappresentano 19.066 persone in Lussemburgo, cioè il 3% della popolazione, gli africani 13.668 persone (2% della popolazione), gli americani 7.707 persone, di cui 4.901 nordamericani, gli australiani e gli oceaniani 244 persone.

Per saperne di più sulle comunità straniere in Lussemburgo, visita il sito del Club degli ambasciatori appena arrivati.

Va notato che per il terzo anno consecutivo, il numero di naturalizzazioni è diminuito di oltre il 27%, con solo 6.801 naturalizzazioni rispetto alle 9.387 del 2020. Ciò è dovuto alla fine imminente della naturalizzazione per recupero (presenza di un antenato lussemburghese).

La quota dei lussemburghesi rimane stabile.

Lingue parlate in Lussemburgo dalla popolazione

Date le molteplici origini degli abitanti del Lussemburgo, si è colpiti, appena arrivati nel paese, dalla diversità delle lingue parlate negli spazi pubblici.

Uno studio condotto dal Ministero dell’Istruzione nel 2018 ha mostrato che il 98% della popolazione parla francese. L’inglese è parlato all’80%. Il tedesco e il lussemburghese sono usati rispettivamente dal 78 e dal 77%.

Ci sono 3 lingue ufficiali in Lussemburgo:

  • Dal 1984, il Lëtzebuergësch è la lingua nazionale e si usa dall’inizio della vita scolastica. È il linguaggio degli scambi quotidiani. La conoscenza del Lëtzebuergesch è obbligatoria per ottenere la cittadinanza lussemburghese per naturalizzazione.
  • Tedesco, che viene insegnato ai bambini dall’inizio della scuola primaria. È la lingua dell’alfabetizzazione e della lettura e tradizionalmente la lingua dei giornali,
  • Ilfrancese è tradizionalmente insegnato ai bambini dal 2° anno della scuola primaria, oltre al tedesco. Dal 2017-2018, il francese è stato introdotto come lingua orale nella scuola materna e nell’asilo. Il canale televisivo francese TV5 Monde aveva anche filmato un soggettointitolato “Destination francophonie au Luxembourg“. Le scuole pilota nel sud del Lussemburgo testeranno l’alfabetizzazione in francese dall’inizio dell’anno scolastico 2022.

I vostri figli beneficiano di un supporto linguisticodal momento in cui entrano nel sistema scolastico lussemburghese, il che facilita la loro integrazione.

Vuoi imparare le lingue di riferimento in Lussemburgo? C’è una vasta gamma di corsi di lingua in offerta.

Una popolazione a maggioranza cristiana in Lussemburgo

Secondo uno studio pubblicato nel 2011 dal CEPS, la maggioranza della popolazione lussemburghese è cristiana (73%), di cui più del 90% è cattolica. Quasi il 25% della popolazione non rivendica alcuna religione. La religione musulmana, in aumento negli ultimi anni, è rappresentata dal 2% della popolazione, principalmente dall’ex Jugoslavia.

Per conoscere i luoghi di culto delle diverse religioni, clicca qui.

Una popolazione attiva in Lussemburgo stimolata dall’Europa

Il mercato del lavoro lussemburghese è molto attivo, poiché oltre ai quasi 250.000 lavoratori residenti in Lussemburgo, più di 215.000 lavoratori transfrontalieri attraversano ogni giorno i confini francesi, belgi e tedeschi per lavorare in Lussemburgo.

Sempre più aziende internazionali vengono in Lussemburgo, come Amazon, Ferrero, BGL BNPParibas, grandi società di revisione internazionali, ecc.

Inoltre, le numerose istituzioni europee presenti a Lussemburgo possono anche spiegare in parte questo flusso costante di persone, dato che i funzionari europei si spostano.

La Corte di giustizia, il Tribunale di primo grado, la Corte dei conti, la Banca europea per gli investimenti, il Segretariato del Parlamento europeo e diversi servizi della Commissione sono presenti e si trovano principalmente nel quartiere di Kirchberg. Anche la Scuola Europea I si trova in questa zona.

Oggi, quasi 14.000 funzionari dell’UE sono basati in Lussemburgo. Essi costituiscono quasi il 5% della forza lavoro residente.

Scopri di più sul mercato del lavoro in Lussemburgo.

Scopri di più sulla storia e la politica del Lussemburgo.